Falsi miti da sfatare in chirurgia plastica ed estetica

ADDOMINOPLASTICA

Addominoplastica- you chirurgia plastica roma

Dopo l'addominoplastica non si possono più fare "gli addominali". FALSO

La funzionalità dei muscoli retti dell'addome (addominali) che vengono riparati in corso di addominoplastica non viene intaccata: le suture eseguite in questa procedura riguardano la fascia dei muscoli e non i muscoli stessi. 

BLEFAROPLASTICA

La blefaroplastica cambia lo sguardo. Falso.
Il semplice intervento di blefaroplastica non cambia assolutamente la forma dell'occhio a meno che questo non venga espressamente richiesto dal paziente: in questo caso l'intervento indicato si definisce Cantopessi o Cantoplastica e serve a modificare il "taglio" degli occhi.
La blefaroplastica elimina le zampe di gallina. Falso.
L'intervento di blefaroplastica non modifica le piccole rughe ai lati degli occhi. Per eliminare le "zampe di gallina" si utilizzano le iniezioni di tossina botulinica (Botox). 
​Blefaroplastica- You chirurgia Plastica Roma

LIPOFILLING DEL VOLTO

​ Lipofilling del volto - You chirurgia Plastica Roma

Con il lipofilling si gonfia la faccia. Falso.

Un lipofilling ben eseguito non si avvale di enormi quantità di grasso (che peraltro non "attecchirebbero") ma è volto a riequilibrare i "pieni" e i "vuoti" del viso riempendo le zone depresse che danno l'aspetto di un volto vecchio o stanco, o a dare turgore alle aree svuotate senza modificare i tratti distintivi di ogni persona.

LIPOFILLING REGIONE ORBITARIA

Il lipofilling mi gonfia la faccia. Falso.

Tutto dipende dalla quantità di grasso che viene trapiantata. In questo intervento basta una piccola quantità di grasso, quella cioè sufficiente a mascherare il bordo inferiore dell'orbita la cui visibilità è responsabile dell'"occhiaia". Non è necessario aumentare lo zigomo, cosa che naturalmente può essere fatta se richiesto, ma basta dare un minimo di sostegno che aiuta a mantenere il risultato nel tempo. Il risultato è che si appare più riposati e freschi senza cambiare assolutamente i tratti somatici.

​Lipofilling regione orbitaria - You chirurgia Plastica Roma

LIPOSUZIONE

La lipoaspirazione è pericolosa per la vita.

FALSO

La lipoaspirazione toglie la cellulite.

FALSO

Il grasso aspirato: torna?

FALSO

Non più di qualunque altro tipo di intervento. Ogni atto chirurgico, se non eseguito in sede appropriata e da mani esperte può trasformarsi in un pericolo. Il vero rischio di questa procedura sta nel trattare troppe zone contemporaneamente o pazienti non adeguatamente studiati in sede preoperatoria. La lipoaspirazione è un intervento chirurgico a tutti gli effetti, anche se le cicatrici sono minime, e come tale va affrontato.

Possono essere trattate praticamente tutte le zone del corpo, dal viso alle caviglie, per ottenere un verso e proprio rimodellamento della silhouette. Il ritorno alle normali attività quotidiane è pressochè immediato.

L'intervento viene eseguito in anestesia locale con o senza sedazione (a seconda dell'entità dell'accumulo da trattare) e richiede un day hospital o una notte di ricovero.

Questo intervento non modifica la qualità della cute (ad esempio la buccia d'arancia o le ondulazioni) ma si limita a ridurre il volume del grasso sottocutaneo lì dove serve. In sostanza rimodella il "profilo" ma non la pelle.

La quantità di cellule adipose in un adulto è stabile. Ciò vuol dire che il grasso che viene rimosso non può tornare. Se si riprende peso si ingrasserà in maniera diversa ma gli accumuli eliminati (ad esempio le "coulotte de cheval") non tornano più. Questo non significa che dopo una lipo si può mangiare senza ingrassare perchè le cellule di grasso rimaste non si moltiplicano ma si ipertrofizzano ("ingrassano") facendo comunque riprendere peso.

Liposuzione- you chirurgia plastica roma

MASTOPESSI

MASTOPESSI

L'intervento è molto doloroso?

FALSO

Il capezzolo viene staccato e

riattaccato?FALSO

Il risultato è permanente?

FALSO

E' uno degli interventi in assoluto meno dolorosi perchè coinvolge solo cute, sottocute e ghiandola mammaria. L'unico fastidio che si può avere è il bruciore legato alle incisioni della pelle che viene tranquillamente controllato dai più comuni antidolorifici. Solo in alcuni casi, se viene toccato il muscolo grande pettorale, si può avere un pò di dolenzia di tipo muscolare, come un livido. Anche questo dolore è ben trattato con i normali farmaci da banco. 

Il complesso areola e capezzolo rimane attaccato ad una porzione di ghiandola che viene semplicemente mobilizzata per essere spostata più in alto. Nella maggior parte dei casi, anzi, anche la sensibilità, l'erettilità e la capacità di allattare vengono integralmente conservate. Solo in rari casi, quelli di mammelle enormi (gigantomastie) in pazienti con una vascolarizzazione precaria (ad esempio fumatori o obesi), può essere indicato l'innesto libero di complesso areola capezzolo perchè in questa tipologia di pazienti il rischio di necrosi (morte del tessuto) è estremamente elevato. In questi casi l'areola e il capezzolo vengono staccati e riattaccati dopo il rimodellamento della mammella. 

L'intervento di chirurgia plastica porta indietro l'orologio (ringiovanimento) ma non ferma il tempo, nè tantomeno la forza di gravità. Dal momento stesso in cui l'intervento finisce il processo di invecchiamento ricomincia e qualunque mammella, prima o poi, in misura maggiore o minore è destinata nuovamente a calare. 

Mastopessi- You chirurgia Plastica Roma

MASTOPLASTICA ADDITIVA

Mastoplastica Additiva e la mammografia
E’ vero che con le protesi mammarie il seno non cala più?
Mastoplastica Additiva e allattamento
Mastoplastica additiva - you chirurgia plastica roma
E’ vero che dopo un intervento di mastoplastica additiva non si può più eseguire una mammografia? ASSOLUTAMENTE FALSO!
I nuovi macchinari per la mammografia, i mammografi, oggi sono in gradi di dare immagini dettagliate anche in pazienti portatrici di protesi ed inoltre ci si può avvalere sempre di una risonanza magnetica che, oltre a poter studiare la ghiandola, può dare informazioni dettagliate anche sullo stato della protesi. Il consiglio è : RIVOLGETEVI SEMPRE A DEI CENTRI SPECIALIZZATI PRIMA DI SOTTOPORVI AD UN INTERVENTO e , soprattutto, anche dopo!
E’ vero che con le protesi mammarie il seno non cala più?” ASSOLUTAMENTE FALSO! Il chirurgo plastico non ferma il tempo; semplicemente lo porta all’ indietro. Da quel momento in poi , l’orologio comincia a ticchettare ed il processo di invecchiamento andrà avanti come per tutti, protesi o non protesi. In linea generale, più grande è una protesi e più pesante sarà; di conseguenza il seno calerà più rapidamente. Quindi, se volete un consiglio, non scegliete una protesi troppo grande per il vostro intervento o il vostro seno nuovo calerà molto prima del previsto.
Dopo 10 anni bisogna cambiare la protesi?
E’ vero che dopo un intervento di mastoplastica additiva non si può più allattare? FALSO!
Sia che l’intervento venga effettuato attraverso un’incisione intorno all’aureola (periareorale) ma soprattutto attraverso un’incisione nel solco sottomammario il danno alla componente ghiandolare della mammella è praticamente irrisorio, se non addirittura inesistente. Per impedire l’allattamento bisognerebbe traumatizzare in maniera importante la componente ghiandolare e soprattutto tagliare i tubicini che portano il latte al capezzolo, i cosidetti DOTTI galattofori, che ,in questo intervento, non vengono minimamente toccati. Al contrario , paradossalmente, un semplice piercing , che è così comune tra le giovani oggi, se si dovesse infettare potrebbe Sicuramente danneggiare in maniera molto importante l’allattamento. Quindi, se decidi di sottoporti ad un intervento di mastoplastica additiva, fallo serenamente: L’ALLATTAMENTO NON NE SARA’ COMPROMESSO!
Una delle domande più frequenti delle pazienti che devono sottoporsi ad interventi di mastoplastica additiva: "ma , dottore,  dopo 10 anni bisogna cambiare la protesi?"
La risposta è: "ASSOLUTAMENTE NO!!"

Le protesi si cambiano solamente se c’è un problema, una contrattura capsulare, una rottura, altrimenti non c’è motivo per sostituirle.
In realtà il corpo dopo 10 anni cambia e quindi molte volte il risultato non è più quello dell’INIZIO, di conseguenza la paziente chiede un RITOCCO.
LE PROTESI VANNO SOSTITUITE , semplicemente perché ADEGUATE al nuovo intervento.
Per cui STATE TRANQUILLE: LE PROTESI NON HANNO UNA DATA DI SCADENZA!

Quando eseguito correttamente e con adeguata copertura analgesica l'intervento di rinoplastica ha un postoperatorio virtualmente senza dolore.

La rinoplastica è un intervento  doloroso? FALSO

Togliere i tamponi dal naso è doloroso?

FALSO

I tamponi usati oggi nel postoperatorio sono morbidi e ricoperti di sostanza antiaderente per cui la rimozione dei tamponi è assolutamente indolore e nella maggior parte dei casi avviene la mattina successiva all'intervento.

Operare il setto nasale modifica il naso?

FALSO

Un intervento eseguito solo sul setto nasale, e quindi teso solo a trattare un problema respiratorio, può lasciare l'aspetto del naso assolutamente invariato e non cambiarne quindi l'estetica.

TOSSINA BOTULINICA 

(BOTULINO)

Dopo il trattamento mi paralizzo? Falso.
 La tossina è un farmaco che in base a quanto diluito può dare risultati più o meno eclatanti. Un bravo medico dovrebbe sempre astenersi dal dare sguardi "paralizzati"
Finito l'effetto, torno peggio di prima? Falso.
 Appena finisce l'effetto del farmaco il muscolo ritorna a funzionare esattamente come prima. Si torna ad avere le rughe di prima ne peggiori nè migliori.
Botulino - You chirurgia plastica roma
Potrebbe interessarti anche...